idee
01 / 01
centro tecnico litoraneo

Bonus e finanziamenti

Bonus zanzariere 2019: che cos’è? come funziona? quali sono le detrazioni? requisiti richiesti?

Vediamo quali sono le detrazioni, previste dal bonus zanzariere 2019, per l’acquisto con schermature solari e come ottenerla

Bonus zanzariere 2019: che cos’è?

  • il bonus zanzariere è un’agevolazione fiscale per la detrazione delle spese sostenute per l’acquisto, l’installazione o sostituzione di zanzariera in casa, ufficio, negozio, etc… pari al 50%;
  • In base alla legge di bilancio 2019, le spese per le zanzariere sono detraibili al 50%, mentre quelle acquistate entro il 31/12/2017 sono agevolabili con un detrazione IRPEF del 65%, sempre da quest’anno, sono previsti requisiti più stringenti, infatti la detrazione è garantita solo se le zanzariere funzionino anche da schermatura solare. Stesso requisito richiesto anche per il bonus tende da sole 2019.

 

Bonus Zanzariere 2019: come funziona?

  • per effetto della legge di bilancio 2018, il bonus fiscale zanzariere rientra nella detrazione fiscale con aliquota 50%, le spese sostenute sino al 31/12/2017 rientrano con la percentuale del 65%;
  • dal 2018 ci sono nuove regole per accedere all’agevolazione che hanno reso i requisiti più stringenti. Infatti per poterne usufruire non è più sufficiente acquistarne una qualsiasi, ma occorre che l’acquisto risponda a due requisiti fondamentali:
    • devono avere marcatura CE;
    • devono essere provviste di valore Gtot, ossia il parametro del fattore solare, certificato.

Per poter ottenere l’agevolazione è necessario che il valore Gtot della zanzariera non sia superiore a 0,35. Il Gtot è il valore in cui viene espressa la capacità di schermatura solare di una zanzariera, ma anche di una tenda da sole o di altri beni.

 

Ulteriori informazioni:

  • Le spese possono essere detratte solo se presenti i requisiti di schermature solari:
    • se applicata a protezione della vetrata;
    • se applicata all’esterno della finestra, al suo interno o integrato in esso;
    • se mobile;
  • E’ detraibile anche la spesa per l’installazione;
  • Per ottenere la detrazione, il costo deve essere pagato tramite apposito bonifico per il recupero fiscale;
  • Occorre conservare la documentazione l’intervento ed il suo completamento, oltre alla richiesta per la detrazione inviata all’ENEA entro 90 giorni;
  • Dal 2018 la detrazione è fruibile calcolando il 50% per un massimo di 60.000€ e dividendo la detrazione in 10 quote di pari importo, ciascuna delle quali dovrà essere inserita nella dichiarazione dei redditi a partire dall’anno successivo.

 

Bonus zanzariere 2019: chi può usufruirne?

il bonus è fruibile da chi acquista o sostituisce una zanzariera con schermatura solare nel corso del 2019, in particolare spetta a:

  • persone fisiche assoggettate a IRPEF;
  • proprietario;
  • nudo proprietario;
  • usufrutto o altro diritto reale;
  • comodatario;
  • condomini per le parti comuni.

soggetti giuridici assoggettati a IRES:

  • imprese;
  • chi utilizza l’immobile per l’esercizio dell’attività professionale;
  • associazioni tra professionisti;
  • enti pubblici e privati che versano l’Ires;
  • case popolari e li enti con le stesse finalità.

 

Bonus zanzariere 2019: limite di spesa e come ottenerlo?

Il limite massimo di spesa ammissibile di detrazione con il bonus zanzariere con schermature solari, è fissato a € 60.000. Per ottenerlo occorre:

  • effettuare il pagamento entro il 31/12/2019;
  • pagamento tramite bonifico apposito;
  • alla fine dei lavori, deve essere inviata la dichiarazione “scheda descrittiva dell’intervento” all’ENEA;
  • l’invio della scheda deve essere effettuata entro 90 giorni dalla fine dei lavori;
  • conservare tutta la documentazione per 10 anni;
  • calcolare il 50% delle spese sostenute e dividere la detrazione totale spettante in 10 quote annuali di pari importo;
  • ogni anno dovrà essere dichiarata una quota nelle dichiarazione dei redditi.

 

Bonus zanzariere 2019: quale documentazione conservare?

  • fatture e ricevute;
  • copia delle ricevute del bonifico con l’indicazione:
    • codice fiscale;
    • articolo di legge relativo al bonus;
    • applicazione della ritenuta all’8%;
    • nome e cognome;
  • certificazione del fornitore che attesti i requisiti tecnici;
  • documentazione in originale inviata all’ENEA, debitamente firmata;
  • scheda tecnica dei componenti;
  • ricevuta dell’invio effettuato all’ENEA (codice CPID).